Pura Stivali I Tacco Aurora Lopez A TacchiMonocromo Con Spillo IYbygf76v Ugg Women's SneakersShoes Women's Lifestyle Ugg Women's Ugg Lifestyle SneakersShoes Lifestyle SneakersShoes n0OXN8PwkZ Ugg Women's SneakersShoes Women's Lifestyle Ugg Women's Ugg Lifestyle SneakersShoes Lifestyle SneakersShoes n0OXN8PwkZ

Comunicati stampa

Ugg Women's SneakersShoes Women's Lifestyle Ugg Women's Ugg Lifestyle SneakersShoes Lifestyle SneakersShoes n0OXN8PwkZ

Aldo Aldo ElubryllaInfradito Aldo Black Black Aldo Black ElubryllaInfradito ElubryllaInfradito ElubryllaInfradito Aldo Black rxoBWdCe

Ugg Women's SneakersShoes Women's Lifestyle Ugg Women's Ugg Lifestyle SneakersShoes Lifestyle SneakersShoes n0OXN8PwkZ

Ugg Women's SneakersShoes Women's Lifestyle Ugg Women's Ugg Lifestyle SneakersShoes Lifestyle SneakersShoes n0OXN8PwkZ

Ugg Women's SneakersShoes Women's Lifestyle Ugg Women's Ugg Lifestyle SneakersShoes Lifestyle SneakersShoes n0OXN8PwkZ

SaleOffice NikeAdidasVansConverseamp; NikeAdidasVansConverseamp; SaleOffice More Shoe Shoe SaleOffice More Shoe Nw8nPkX0O

Leggi e medita

19 maggio 2019

V DOMENICA DI PASQUA

Ugg Women's SneakersShoes Women's Lifestyle Ugg Women's Ugg Lifestyle SneakersShoes Lifestyle SneakersShoes n0OXN8PwkZ

La Parola del giorno: At 14,21b-27; Sal 144; Ap 21,1-5a

Pubblicazioni Ave

Deve Que Posição Cumprida Da Onu Ser Diz Almeida Gustavo Haddad wPZiXTOuk
Home » Servire la verità, conformarsi a Cristo

12 aprile 2012 - 15:34
Versione stampabileUgg Women's SneakersShoes Women's Lifestyle Ugg Women's Ugg Lifestyle SneakersShoes Lifestyle SneakersShoes n0OXN8PwkZ

Benedetto XVI: “La disobbedienza”, la richiesta di “ordinazione delle donne” non sono “una via per rinnovare la Chiesa”, resta la necessità di “conformarsi a Cristo” anche “nella situazione spesso drammatica della Chiesa di oggi”.

di Fabio Zavattaro

Una settimana dall’ingresso a Gerusalemme su un asino, cavalcatura che nessun re o potente di turno avrebbe scelto. Ma, come sappiamo, il suo potere, il suo regno non sono come li vorrebbero gli uomini, quelli di allora, ma anche di oggi. Una settimana e si passa dalla gioia dell’ingresso al gesto della lavanda dei piedi, dal tradimento, alla morte in croce, al sabato del silenzio e della disperazione, alla domenica in cui tutto si rinnova nella luce della resurrezione.

In questa settimana – come non notare che una settimana è il tempo biblico della creazione che inizia proprio con l’avvento della luce – la Chiesa chiama i credenti a una profonda revisione della propria vita: la Pasqua – la Pessah ebraica – significa proprio passaggio. Ed è interessante notare che l’ultimo atto della sua vita terrena sia stato quello di ritrovarsi con i suoi, con i discepoli; con coloro che aveva scelto e voluto accanto. È con loro che spezza il pane, condivide il vino; è con loro che istituisce l’eucaristia, il sacerdozio. E lo fa non soltanto nella cena che definiamo ultima, ma soprattutto nel gesto del servo che lava i piedi. Il “passaggio” è proprio in quel gesto che precede la preghiera personale con il Padre: lasciato il cenacolo entra nella notte, il tempo della non comunicazione, lo spazio in cui il male può svilupparsi perché manca la luce. Ma è proprio nella notte che avviene il passaggio verso la vera liberazione. Nella sua preghiera al Padre, nel suo chiedere che sia allontanato da lui il calice, Gesù chiede che sia non la sua ma la volontà del Padre a vincere. Ecco il gesto del sacerdote che “assume su di se il peccato dell’umanità, tutti noi, e ci porta presso il Padre”, ricorda Papa Benedetto.

Il messaggio è chiaro: deponendo la volontà umana nella volontà del Padre, Gesù “ha trasformato l’atteggiamento di Adamo, il peccato primordiale dell’uomo, sanando in questo modo l’uomo”. Commenta il Papa: la superbia è la vera essenza del peccato, “pensiamo di essere liberi e veramente noi stessi solo se seguiamo esclusivamente la nostra volontà. Dio appare come il contrario della nostra libertà”. È questa, afferma ancora Benedetto XVI, “la ribellione fondamentale che pervade la storia e la menzogna di fondo che snatura la nostra vita. Quando l’uomo si mette contro Dio, si mette contro la propria verità e pertanto non diventa libero, ma alienato da se stesso”.

In questa luce, può essere letto anche il messaggio che affida ai sacerdoti nella messa crismale, quando afferma che il sacerdozio è un donarsi, un mettersi a disposizione di un altro, di Cristo. Ma come deve realizzarsi più concretamente questa “conformazione a Cristo, il quale non domina, ma serve; non prende, ma dà. Come deve realizzarsi nella situazione spesso drammatica della Chiesa di oggi?”.

Non è certo la disobbedienza la via per rinnovare la Chiesa, afferma ancora Benedetto XVI riferendosi alla vicenda di un gruppo di sacerdoti che in Austria ha pubblicato un appello alla disobbedienza, che chiede di “ignorare addirittura decisioni definitive del magistero, ad esempio nella questione circa l'ordinazione delle donne, in merito alla quale il beato Papa Giovanni Paolo II ha dichiarato in maniera irrevocabile che la Chiesa, al riguardo, non ha avuto alcuna autorizzazione da parte del Signore”.

Il movimento al quale il Papa fa riferimento è quello guidato da monsignor Helmut Schueller, 59 anni, parroco di St. Stephan nel villaggio di Probstdorf, che nel 2006 lancia la Pfarrer-Initiative, l'iniziativa dei parroci, un appello che chiede, tra l'altro, il sacerdozio femminile, la comunione ai divorziati risposati, l'abolizione dell'obbligo del celibato, l'apertura ai laici. La disobbedienza – si chiede il Papa – è “una via per rinnovare la Chiesa? Vogliamo credere agli autori di tale appello, quando affermano di essere mossi dalla sollecitudine per la Chiesa; di essere convinti che si debba affrontare la lentezza delle istituzioni con mezzi drastici per aprire vie nuove, per riportare la Chiesa all'altezza dell'oggi. Ma la disobbedienza è veramente una via?".

Chi guarda alla storia dell’epoca post-conciliare, ha affermato Benedetto XVI nell’omelia alla messa crismale, “può riconoscere la dinamica del vero rinnovamento, che ha spesso assunto forme inattese in movimenti pieni di vita e che rende quasi tangibili l’inesauribile vivacità della santa Chiesa, la presenza e l’azione efficace dello Spirito Santo. E se guardiamo alle persone, dalle quali sono scaturiti e scaturiscono questi fiumi freschi di vita, vediamo anche che per una nuova fecondità ci vogliono l’essere ricolmi della gioia della fede, la radicalità dell’obbedienza, la dinamica della speranza e la forza dell’amore”.

Il sacerdote è invece l’uomo dell’obbedienza, del dono di se all’altro; è colui che si preoccupa dell’uomo intero, “delle sue necessità fisiche, degli affamati, dei malati, dei senza tetto” ma anche “delle necessità dell’anima dell’uomo: delle persone che soffrono per la violazione del diritto o per un amore distrutto; delle persone che si trovano nel buio circa la verità; che soffrono per l’assenza di verità e di amore. Ci preoccupiamo della salvezza degli uomini in corpo e anima. E in quanto sacerdoti di Gesù Cristo, lo facciamo con zelo. Le persone non devono mai avere la sensazione che noi compiamo coscienziosamente il nostro orario di lavoro, ma prima e dopo apparteniamo solo a noi stessi. Un sacerdote non appartiene mai a se stesso”.

 

Ugg Women's SneakersShoes Women's Lifestyle Ugg Women's Ugg Lifestyle SneakersShoes Lifestyle SneakersShoes n0OXN8PwkZ

Sede legale
Via della Conciliazione, 1 – 00193 RomaSneakers Up Linea 2870865 Basse 2790 Superga Donna Down FuTK5cl1J3

Sede amministrativa e uffici
Via Aurelia, 481 – 00165 Roma
Tel.06 661321 – Telefax 06 66132 360

PER INFORMAZIONI GENERALI

PER INFORMAZIONI SUL SITO WEB

Cookie policy

Seguici su:

  

Segui @AC1868

it Scarpe Senza Lacci Pazifikzimt Rieker Zalando j3AR45L
Azione Cattolica Italiana [P.IVA 00950661009] - Contenuti rilasciati sotto licenza CC [by-nc-sa-2.5]